SCADENZA ACCONTO IMU

09 giugno 2021

Si avvisa che per il 16 Giugno 2021 è fissato il termine ultimo per il pagamento dell'ACCONTO relativo all’IMU per l'anno 2021.

Anche per l'anno 2021 le abitazioni principali e loro pertinenze sono esenti dal versamento dell'IMU, ad eccezione delle categorie catastali A/1 - A/8 - A/9 e loro pertinenze.

Il calcolo dell’imposta per il versamento in acconto, da effettuarsi entro il 16 Giugno 2021, dovrà essere effettuato sulla base delle aliquote approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 30.12.2020.

Si ricorda inoltre che il 30 giugno scade il termine per la presentazione della dichiarazione IMU, riferita all’anno d’imposta 2020, primo anno di applicazione della “nuova” IMU.

Ai sensi dell'articolo 1, comma 599 della Legge n. 178/2020, è stato previsto l’esonero di determinati immobili destinati ad attività turistico-ricettive, tra i quali:
· gli immobili destinati a stabilimenti balneari e termali o simili, ad alberghi (in categoria D/2) e relative pertinenze, gli immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi;
· gli immobili di categoria catastale D, in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni e gli immobili destinati a discoteche, sale da ballo, night club e simili.
Inoltre, risultano esenti, a norma dell'articolo 78 del DL n. 104/2020, gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3, destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli.
L'articolo 6-sexies del DL n. 41/2021, introdotto dalla Legge n. 69/2021, ha disposto l'esenzione dalla prima rata IMU per gli immobili posseduti dai soggetti passivi per i quali ricorrono le condizioni per la fruizione dei contributi a fondo perduto stanziati dal medesimo DL n. 41/2021 (vedere normativa).
La disposizione ha previsto, inoltre, specifici requisiti di fatturato (o di compensi) o della loro variazione. In particolare, sono esclusi tutti i soggetti con fatturato (o compensi) superiori a 10 milioni di euro nel periodo d'imposta precedente a quello vigente il 31 dicembre 2020. Inoltre, per poter beneficiare dell'esenzione, il fatturato (corrispettivi) medio mensile dell'anno 2020 deve essersi ridotto di almeno il 30 per cento rispetto al medesimo dato del 2019. Quest'ultimo requisito non è richiesto per le attività iniziate dal 1° gennaio 2019.
Si rammenta che, fatta eccezione per gli immobili degli stabilimenti balneari, termali e simili e di quelli utilizzati dalle imprese di allestimento di strutture espositive, per tutti gli altri immobili l'esenzione è condizionata al fatto che il soggetto passivo sia anche il gestore dell'attività negli stessi esercitata.

MODULO RICHIESTA ESENZIONE

E' inoltre disponibile sul sito il link per accedere al programma di calcolo della relativa imposta e stampa del modello F24 compilato (si consiglia di verificare tutti i dati prima della stampa e pagamento dell'imposta).

Il tributo è versato in autoliquidazione a cura del contribuente. Il Comune non invia modelli di pagamento precompilati.

 Per informazioni contattare l’Ufficio Tributi del Comune di Narbolia al numero di telefono 0783/57513.

e-mail: tributi@comune.narbolia.or.it